L'associazione disinfettante+vapore ci ha permesso, quindi, di raggiungere gli obiettivi prefissati. Ovvero di :

 

 

1) sanificare agevolmente tutto l’ambiente, pareti e soffitto comprese anche le zone più defilate e difficili da raggiungere

 

2) assicurare la penetratività del trattamento, il disinfettante grazie alla temperatura di applicazione, penetra in profondità su tutti i tipi di superficie, sugli arredi e le attrezzature  di qualsiasi forma e materiale, anche in presenza di ruvidità ed irregolarità, assicurando una disinfezione uniforme ed omogenea

 

3) raggiungere un effetto durevole nel tempo, la pellicola microbicida applicata è continua, omogenea e non richiede operazioni meccaniche di asciugatura  con conseguente rimozione del prodotto disinfettante, garantendo un effetto batteriostatico nel tempo in quanto

4) contenere il rischio del trasporto di agenti contaminanti da un superficie/ambiente all'altro, l' applicazione del disinfettante attraverso il diffusore permette di evitare il contatto diretto, da parte e verso l’operatore, con le superfici eliminando il rischio di trasporto di cariche batteriche da una parte all’altra della zona trattata

5) realizzare uno strumento facile, veloce ed economico, l’attività di disinfezione diviene semplice e rapida, 10-20 mq al minuto – 500/1000 mq in un’ora*, con la possibilità di un immediato riutilizzo dei locali e delle attrezzature, una riduzione dei consumi di disinfettante, dei costi operativi ed una maggiore certezza del risultato. * l’estensione in mq varia a seconda della tipologia delle superfici, della loro complessità geometrica, del grado di decontaminazione che è necessario raggiungere

 

6) semplificare l’attività operativa, l’operatore ha la possibilità di svolgere l’attività di disinfezione senza dover spostare il mobilio, utilizzare scale ecc, eseguendo un’attività semplice, rapida e funzionale

 

7) adoperare un sistema tecnologico che grazie al suo sistema di miscelazione automatica elimina inutili sprechi di disinfettante evitando errori di sovradosaggio del prodotto.